21 gen 2009

Responsabilità delle persone giuridiche per reati di frode agli interessi finanziari dell’Unione europea e per crimini informatici

Dal 29 al 31 gennaio 2009 parteciperò al Convegno UAE/OLAF "Responsabilità delle persone giuridiche per reati di frode agli interessi finanziari dell’Unione europea e per crimini informatici", con un intervento libero dal titolo "Corporate liability and criminal law, before and after the implementation of the Convention on Cybercrime. A comparative approach".
La relazione, in inglese, sarà disponibile presso la Camera Penale di Milano e sul blog.
Di seguito è possibile leggere il programma


Responsabilità delle persone giuridiche per reati di frode agli interessi finanziari dell’Unione europea e per crimini informatici
29 - 31 gennaio 2009, Milano

Il convegno UAE/OLAF intitolato "Responsabilità delle persone giuridiche per reati di frode agli interessi finanziari dell’Unione europea e per crimini informatici", che si svolgerà nelle giornate del 29-31 gennaio 2009 a Milano, avrà come oggetto il tema della responsabilità degli enti privati per i reati di frode agli interessi finanziari comunitari e per i reati informatici, alla luce della Convenzione di Budapest recentemente recepita dal legislatore con la L. n. 48/2008.

In questo quadro sarà, in primo luogo, analizzata la normativa prevista dalla legge 231/2001, così come successivamente modificata, sotto il profilo della disciplina penale sostanziale e processuale, concentrando l’attenzione sulla responsabilità della persona giuridica per le fattispecie di frode in danno dell’UE, che si realizzano in tutte quelle ipotesi in cui l’ente percepisca erogazioni di fondi comunitari.

In secondo luogo, l’attenzione sarà rivolta al rapporto tra criminalità economica e criminalità informatica, analizzando le nuove forme di responsabilità degli enti per reati informatici. In questa parte dei lavori sarà interessante conoscere come viene svolta l’attività investigativa diretta all’accertamento dei suddetti reati. Sarà poi trattato con particolare approfondimento l’aspetto dei modelli organizzativi idonei ad evitare in via preventiva la responsabilità dell’ente per tali reati. Infine saranno poste a confronto le posizioni dei vari soggetti processuali (accusa, difesa, giudice) per valutare le questioni problematiche e le future prospettive di tale forma di responsabilità.

Programma
GIOVEDI’ 29 GENNAIO 2009

14.30 Saluto delle Autorità
Avv. Paolo Giuggioli - Presidente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano
Avv. Noel Lericke - Presidente Unione degli Avvocati Europei - UAE
Avv. Vinicio Nardo - Presidente Camera Penale di Milano
Avv. Giuseppe Guzzetti - Presidente Fondazione Cariplo
Dott. Manfredi Palmeri - Presidente Consiglio Comunale di Milano
Dott. Filippo Penati - Presidente della Provincia di Milano
Dott.ssa Livia Pomodoro - Presidente del Tribunale di Milano
Dott. Giuseppe Grechi - Presidente della Corte d’Appello di Milano
Dott. Roberto Formigoni - Presidente della Giunta della Regione Lombardia

15.00 Apertura dei lavori
Frode agli interessi finanziari comunitari e responsabilità delle società: il ruolo di OLAF
Dott. Lothar Kuhl – Capo Unità Ufficio Europeo per la lotta Antifrode della Commissione Europea - OLAF

Sessione I
La responsabilità degli enti in Italia e in Europa
Chairman: Avv. Giovanni Bana, Presidente Commissione diritto penale europeo –UAE

15.20
Profili di diritto sostanziale: il problema dei gruppi di imprese
Prof. Avv. Filippo Sgubbi (Professore ordinario di diritto penale – Università di Bologna)

15.40
Il “microsistema” di diritto processuale
Prof. Avv. Giulio Garuti (Professore straordinario di procedura penale – Università di Modena)

16.00
I profili sanzionatori
Dr. Luigi Domenico Cerqua (Presidente di Sezione alla Corte d’Appello di Milano)

16.20 coffe break

16.40
Problemi applicativi e organizzativi nell’esperienza tedesca
Prof. Klaus Volk (Università di Monaco)

17.00
L’esperienza olandese
Prof. John Vervaele (Centre for Enforcement of European Law – Utrecht)

17.20
L’esperienza belga
Avv. Thierry Bosly (Avvocato in Bruxelles)

17.40
L’esperienza francese
Dott. Thomas Cassuto (Vice Presidente delegato all’istruzione –Tribunale di Nanterre - Parigi)

18.00 chiusura della prima giornata


VENERDI’ 30 GENNAIO 2009 (mattina)
Sessione II

Modelli organizzativi e prevenzione dei reati
Chairman: Dott. Giuseppe Cernuto, Magistrato presso il Tribunale di Milano

9.30
Disciplina e problematiche relative ai modelli organizzativi
Prof. Angelo Giarda (Professore ordinario di Procedura penale – Università Cattolica di Milano)

9.50
La predisposizione del modello organizzativo: profili concreti da parte di IBMForum
Avv.ssa Cristina Cabella (Capo Ufficio Legale IBM)

10.10
L’avvocato penalista nella preparazione del modello organizzativo
Avv. Antonio Bana (Avvocato penalista – UAE)

10.30
Costi e vantaggi del modello nell’organizzazione aziendale
Avv. Ciro Pellegrino (Docente di diritto dell’informatica – Università della Tuscia - Viterbo)

10.50 coffe break

11.10
Regione Lombardia e comitato di coordinamento nazionale “antifrode”
Dott. Luca Dainotti (Direttore affari istituzionali –Regione Lombardia)
Avv. Francesco Zucaro (Direttore avvocatura regionale - Regione Lombardia)

11.40
Modello organizzativo e reati di frode agli interessi finanziari dell’Unione Europea
Dott. Eugenio Fusco (Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano)

12.00 Dibattito

12.50 Buffet


VENERDI’ 30 GENNAIO 2009 (pomeriggio)
Sessione III

L’attività investigativa e la tutela cautelare
Chairman: Lorenzo Salazar – Direttore Primo Dipartimento Settore Politiche europee e internazionali,già Rappresentante italiano presso la RAP a Bruxelles

14.30
Il coordinamento investigativo nelle frodi attinenti gli interessi finanziari dello Stato e dell’Unione Europea: il modello organizzativo della Procura di Milano
Dott. Alfredo Robledo (Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, coordinatore per i procedimenti relativi ai reati commessi in danno di enti pubblici, dello Stato e della Unione Europea)

14.50
La responsabilità delle persone giuridiche e crimini informatici
Dott. Massimiliano Carducci (Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, pool reati informatici)

15.10
L’effettività delle misure cautelari applicabili agli enti
Dott. Lucio Camaldo (Ricercatore in diritto processuale penale - Università di Milano)

15.30
La confisca dei profitti illeciti e il sequestro preventivo dei beni sociali
Dott. Tomaso Epidendio (Magistrato presso il Tribunale di Milano)

15.50 coffee break

16.10
Il ruolo di OLAF per i reati di frode agli interessi finanziari dell’Unione europea e l’utilizzazione delle prove raccolte da OLAF nel procedimento penale e contabile Dott. Mario Vaudano e dott. Andrea Venegoni (Magistrati - OLAF)

16.30 Dibattito

17.15 Relazione di sintesi
Prof.ssa Francesca Ruggieri (Professore ordinario di Procedura penale - Università dell’Insubria - Como)

17.30 chiusura della seconda giornata


SABATO 31 gennaio 2009
“Attacco al cuore del Palazzo” - Il ciclo della sicurezza informatica e la tutela degli interessi finanziari dell’Unione Europea

Chairman: Dott. Francesco Cajani (Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, pool reati informatici)

9.30 L’esperienza europea nella prevenzione dei reati OLAF e le tecnologie informatiche: il nuovo sistema per l’acquisizione della notizia di reato e il primo intervento
Mr. Mika Makela (Capo Unità OLAF)

EUROJUST, EUROPOL e il coordinamento della attività investigativa nella repressione delle frodi commesse con strumenti informatici
Mr. Lampros Patsavellas (Rappresentante nazionale per la Grecia in Eurojust)
Mr. Max-Peter Ratzel (Direttore di Europol)

10.20 Simulazione di un attacco informatico a cura di International Information Systems Forensics Associations – Italian Chapter (www.iisfa.it)

11.10 coffe break

11.30 Sicurezza informatica aziendale ed istituzionale: metodologie di indagini interne e raccordo con gli organi inquirenti e di intelligence
Dr. Gerardo Costabile (Presidente di IISFA – Italian Chapter, Responsabile Sicurezza Logica di Poste Italiane)
Mr. Matthew Sherwood (Special Agent, United States Secret Service)
Avv. Stefano Aterno (Avvocato penalista, docente di informatica forense e criminologia informatica – Università La Sapienza di Roma)

12.40 Considerazioni conclusive

NB: Evento aperto ai partecipanti delle due giornate precedenti, alla polizia giudiziaria italiana ed estera, tecnici informatici, consulenti legali aziendali

Nessun commento:

Chi legge il mio blog - Blog Visitors